PASTICCIO ALL’ITALIANA. Il TAR del Lazio boccia 5 dei nuovi “super-direttori” museali


Il Palazzo dei Musei a Modena, sede della Galleria Estense.

 

In questi giorni è scoppiato il caso del TAR del Lazio, che ha annullato cinque delle nuove nomine dei “super-direttori” voluti dal ministro Dario Franceschini con la sua recente riforma. La cosa ha dell’assurdo, se si pensa che le cinque figure in questione stanno lavorando molto bene (i numeri sono inequivocabili e prova delle loro capacità e serietà) e hanno in poco tempo dato ulteriore slancio alle importanti istituzioni (tra cui Palazzo Ducale di Mantova, Galleria Estense di Modena, Museo Archeologico Nazionale di Napoli) in cui sono stati chiamati a svolgere un ruolo delicatissimo. Di là dal fatto che, leggendo alcune delle motivazioni non si comprende come mai altri direttori stranieri non siano ancora stati chiamati in causa, tanto che il direttore di Brera James Bradburne si è chiuso in un “no comment”, e tenendo conto che alcuni di questi non sembrano proprio all’altezza dei predecessori (più volte in passato abbiamo accennato agli Uffizi), la sentenza di certo creerà molto scompiglio senza, come al solito, portare a nulla di buono né tanto meno a qualche soluzione. Non è una questione di leggi, ma di veri e propri cavilli incomprensibili alla stragrande maggioranza della popolazione; cavilli lontani dalla realtà e che affossano la cultura. La riforma attuata da Franceschini indubbiamente presenta molte falle, specie in riferimento al poco personale previsto per Biblioteche e Archivi, che sono di fatto al capolinea in molti casi, dopo decenni di mancato ricambio generazionale e impossibilità ad assumere figure professionali. Però, se una cosa funzionava devono darci più che delle buone motivazioni per accettare che, ancora una volta, si sia consumato il solito pasticcio all’italiana, cui non di rado in passato ha dato il suo contributo proprio il TAR del Lazio, che rende il nostro paese zimbello a livello internazionale, immagine perfetta di infantile masochismo.

 

 

RIFERIMENTI IN RETE

https://www.avvenire.it/agora/pagine/tar-annulla-nomine-5-direttori-musei

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2017/05/25/tar-annulla-nomine-5-direttori-musei_cd26b676-7619-4554-836e-3eda752257aa.html

http://www.lastampa.it/2017/05/25/italia/politica/il-tar-annullacinque-nomine-di-direttori-di-musei-ira-di-franceschini-non-ho-parole-Nd8JjfWXTZzbXBy46nktrI/pagina.html

One thought on “PASTICCIO ALL’ITALIANA. Il TAR del Lazio boccia 5 dei nuovi “super-direttori” museali”

  1. Businesses are erasing the boundaries between nations and as a upshot, communication act the indispensable
    portion in expanding your reach as entrepreneur.
    Communication, in this quandary, is the ability to spell out between any lingua franca doublet there
    is and the transfiguration services boom has made it steady easier.

    You righteous be enduring to make unwavering the circle you trusteeship your transference offers adequate
    serving, which can be verified by checking the reviews
    of the definite one.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *