JEAN-PAUL BOUILLON: Le Muse di Maurice Denis

maurice-denis-le-muse-1893-parigi-musee-dorsay

Maurice Denis, Le Muse, 1893. Parigi, Musée d’Orsay.

 

Da Maurice Denis. Maestro del Simbolismo internazionale; catalogo della mostra, Ginevra-Milano 2007.

«Nato sotto il segno del pittore di Lione [Puvis de Chavannes], di cui il primo articolo di Denis, pubblicato nel 1890, aveva celebrato il lavoro recentemente ultimato per l’emiciclo della Sorbonne (“E la profondità della nostra emozione proviene dall’autonoma capacità delle linee e dei colori a spiegarsi da soli, come unicamente belli, e di una bellezza divina”, Denis 1993, p. 16), il dipinto evita accuratamente l’allegoria suggerita dal titolo (e sempre presente in Puvis): le nove muse qui sono diventate dieci, con l’enigmatica figura dal braccio alzato sullo sfondo, immersa nella luce e posizionata sull’asse di simmetria, che reca anche la firma del pittore. Questa “eletta” è già in un mondo superiore, come la comunicanda chiamata dall’angelo che attraversa il declivio nella Processione sotto gli alberi dello stesso anno, ed è proprio la “decima musa”: Marthe, la musa che ispira Denis.»