NON LUOGHI. I LUOGHI DELL’ABBANDONO

11406529_964474113602976_5492109649093866420_o

 

Oggi vogliamo segnalare una bella iniziativa, giunta ormai alla sua quarta edizione, il concorso fotografico per professionisti e semplici appassionati che si tiene a Bassano del Grappa, località San Michele. Il tema di quest’anno risulta particolarmente interessante, “Non luoghi. I luoghi dell’abbandono”, essendo il territorio bassanese ricco di questi “luoghi dimenticati” ma non per questo privi di fascino e meritevoli di essere riscoperti con la propria storia.
Riproponiamo qui una parte della presentazione fatta dalla stessa curatrice Eleonora Gusi:
«A volte, percorrendo stretti sentieri che si fanno spazio tra gli alberi di un bosco, capita di trovarsi di fronte ad una vecchia casa. Le fessure sul tetto attraverso le quali filtra la luce, i vetri delle finestre infranti dalle intemperie, i rampicanti che crescono lungo i muri, la avvolgono nel tentativo di nasconderla e renderla un luogo impenetrabile. Un vecchio edificio che costeggia una strada trafficata, passa inosservato agli occhi dell’automobilista che tutti i giorni percorre quel tragitto quasi meccanicamente e ai suoi occhi, quel cumulo di mattoni e cemento, scompare. Ogni singolo dettaglio rende queste strutture invisibili. Si possono definire “fantasmi” della città che si nascondono in piena vista. I “nonluoghi” sono spazi dimenticati ed abbandonati a se stessi, che però sono investiti di senso. Ogni nonluogo, prima di essere tale, era un luogo con un’identità e una storia, legata alla memoria di chi lo ha vissuto. Ogni fotografo ha la possibilità di offrire il proprio punto di vista per dare una nuova vita a questi spettri dimenticati da tempo. Attraverso la fotografia è possibile far rivivere questi luoghi, cercando di mostrarli sotto una diversa luce».